Non vi è nulla di più fugace che il cibo ... ma nella memoria il suo ricordo rimarrà immortale ...


lunedì 30 settembre 2013

SALUTIAMOCI ... CON I COLORI D'AUTUNNO

E un altro mese è già passato .... settembre, mese di raccolti e di conserve, di profumi intensi e caldi ... la terra si veste elegante, con le sue tonalità che vanno dal marrone e, via via, schiarendosi arrivano al giallo... passando per l'arancione .... giusto per trattenere a sè il calore di questa strana estate nei suoi frutti.
Noci & nocciole sono le regine indiscusse di questo mese a cui 
http://lericettedisalutiamoci.blogspot.it/ 
dedica la sua rubrica di settembre.
Le noci, simbolo di fertilità e della stregoneria (sotto un noce danzavano le cosiddette streghe durante i sabba nella notte di San Giovanni), ma anche forte legame tra la vita e la morte, venivano utilizzate per curare problematiche legate al cervello, usanza derivante forse dal fatto che il gheriglio gli somigli davvero in modo impressionante, ma che anche le parti esterne come il mallo e il guscio stesso ricordino la testa dell'uomo.
Per come si presenta in natura, viene interpretata anche evocatrice del ternario sacro della vita che rivela il corpo con il suo guscio, lo spirito con la pellicina sottile che riveste i gherigli e l'anima con la sua polpa bianca. Nei fiori di Bach walnut, ovvero il noce, viene utilizzato in soggetti che, perseguendo le proprie ambizioni e ideali, rischiano di perderli di vista a causa dell'eccessivo entusiasmo o risentono sfavorevolmente delle influenze e convizioni altrui (dette anche controintenzioni). Il rimedio rafforza la propria costanza e aiuta a rimanere ancorati al proprio intento.
Beh, che dire del nocciòlo ... albero magico per eccellenza nel popolo celtico; visto anch'esso come protettore della saggezza interiore, con il suo legno si costruiscono le più potenti bacchette magiche (anche quella di Harry Potter :D ) e i bastoncini per rabdomanti ... eternità ... salute ... giovinezza e gioia .... ma soprattutto, in cucina : gusto !!!!
Les madeleines di Proust sarà l'ospite che accoglierà questo capitolo della raccolta ... grazie cara dell'opportunità !!!!
Ho deciso di utilizzare questi ingredienti per una colazione gustosa, suddividendoli tra bevanda e dolcetto ... e visto che non c'è due senza tre ... la zucca farà da moderatrice fra i due elementi a guscio: croccantezza & morbidezza, tostatura & dolcezza .... gli scones sono tipici biscotti scozzesi lievitati, salati o dolci ma, anche in questo caso, non troppo dato che vengono serviti normalmente accompagnandoli a marmellate e altro.
Vi assicuro che anche come merenda non farete brutta figura con questo

CAPPUCCINO DI ZUCCA & NOCCIOLE CON SCONES ALLE NOCI & MIRTILLI ROSSI

Per gli scones
2,5 T di farina integrale di orzo o a piacere + 1 C per lo stampo
1 c di lievito naturale per dolci
1 c di bicarbonato 
1/2 c di sale fino marino
1/2 c di vaniglia in polvere
la buccia di 1/2 limone grattugiata
1/8 T di olio di girasole 
1/2 T di mirtilli rossi essiccati (o uvetta)
1/2 T di noci spezzettate grossolanamente
1/2 T di nocciole frullate con 1/2 T di latte di soia
1/2 T di malto di riso
  1. Scaldare il forno a 175°, foderare il fondo di una teglia rotonda con bordo a cerniera d. 24, spolverandolo con 1/2 cucchiaio di farina integrale e foderare una teglia bassa con carta forno.
  2. In una ciotola versare la farina, il lievito, il sale, il bicarbonato, i mirtilli (o l'uvetta), le noci e mescolare con un cucchiaio di legno.
  3. Unire il malto, l'olio, la buccia di limone e la vaniglia, il frullato di nocciole e latte di soia, le noci e mescolare, fino a ottenere un composto compatto anche se leggermente appiccicoso; eventualmente aggiungere poca farina o latte di soia fino a raggiungere la consistenza necessaria.
  4. Prendere l'impasto e stenderlo con le mani nella teglia preparata, levare il bordo apribile e capovolgere il dolce con decisione sulla teglia preparata.
  5. Con una lama affilata, incidere profondamente la superficie degli scones ottenendo 8 fette (o di più se si desiderano più sottili).
  6. Spennellare leggermente con latte di soia e malto, spolverare con 1/2 C di farina integrale e infornare per 30/35 minuti, finché la superficie diventerà leggermente dorata.
  7. Lasciare raffreddare e incidere fino in fondo gli scones prima di servirli col cappuccino di zucca & nocciole.
Per il cappuccino
1 T di latte di latte di soia o avena
1,5 C di polpa di zucca cotta
un pizz. di vaniglia
un pizz. di sale fino
malto di riso a piacere
2 c di crema di nocciole
cannella in polvere q.b.
  1. Versare il latte in un pentolino assieme alla zucca cotta.
  2. Unire il malto, la vaniglia, il sale, portare a bollore, poi levare dal fuoco, versare nel bicchiere alto del minipimmer e frullare ad alta velocità, fino a ottenere un composto omogeneo e spumoso.
  3. Versare nuovamente il composto nello stesso pentolino, conservandone circa 1/4 T per decorare la preparazione alla fine.
  4. Unire la crema di nocciole, scaldare mescolando con un cucchiaio di legno, poi frullare nuovamente direttamente nella pentola, versare il cappuccino di zucca e nocciole in una tazza trasparente, unire quello tenuto da parte, eventualmente frullandolo ancora per aumentarne la schiuma, e servire spolverando con cannella a piacere.

2 commenti:

  1. Sono rapita.
    Un bellissimo, intrigante, goloso e fantasioso post!
    Finiamo il mese davvero in bellezza!
    Grazie, grazie e ancora grazie!
    Un saluto stregato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provalo e mi dirai :D
      ricambio il saluto ..... ;)

      Elimina